Da Vittorio Ristorante: una grande famiglia tri-stellata

Da Vittorio

Nella campagna bergamasca, ad un passo dalla frenetica vita cittadina, si trova il ristorante Da Vittorio. Una realtà familiare che da generazioni vanta 3 stelle Michelin, dove protagonista è la cucina che affonda le sue radici nella tradizione lombarda, costantemente accompagnata da un “genio creativo“.

Il mondo di “Da Vittorio”

Da Vittorio rappresenta l’eccellenza gastronomica italiana da più di 45 anni, grazie all’intuito del papà, fondatore dell’azienda, e alla capacità dei figli di saper integrare la tradizione con le più moderne tecniche culinarie. Oggi chi si occupa di questa realtà sono proprio loro: gli chef Enrico e Roberto, il responsabile della cantina e delle relazioni esterne Francesco, la responsabile dell’ospitalità Rossella e Barbara che gestisce il caffè Cavour 1880, a Bergamo Alta. Quello che più traspare dalla realtà di “Da Vittorio” è l’amore che questa famiglia ha per il mondo dell’ospitalità e che tramanda di generazioni in generazioni.

All’interno della location fiabesca di un Relais & Chateaux, si trova il ristorante Da Vittorio dove l’eleganza e la classe si accompagnano ad un ambiente familiare. Quello che maggiormente colpisce è il fatto che nonostante il rigore e l’attenzione al minimo dettaglio, il ristorante Da Vittorio è il posto perfetto per ricorrenze, pranzi di famiglia o della domenica. Qui è facile vedere bambini che in sala corrono da una parte all’altra, felici di mangiare i “famosi” paccheri al sugo e di scegliere caramelle colorate da un grande carrello che viene portato al tavolo alla fine del pranzo o della cena.

Sono stata al ristorante Da Vittorio con mia sorella Daniela, in occasione del suo compleanno e non ci dimenticheremo mai di quest’esperienza anzi, ci siamo ripromesse di festeggiarne altri qui. Appena arrivate siamo subito rimaste colpite dall’atmosfera del locale che vanta un’ampia sala con tavoli tondi ed una bellissima cucina a vista. Chicco Cerea (uno dei due fratelli che si occupano della cucina) fa il giro dei tavoli per conoscere i suoi clienti e spiegare il loro menù, cercando di accompagnare il cliente nella sua scelta.

Da Vittorio

Il menù

 Da Vittorio sono previsti 3 menù degustazione:

  • “Pranzo d’affari”, ovvero un business lunch servito solo a mezzogiorno, esclusi i giorni festivi ed il sabato;
  • “Carta bianca” con piatti scelti dallo chef che fanno emergere l’aspetto creativo della cucina;
  • “Nella Tradizione di Vittorio”, un menù a base di pesce e crostacei che può variare giornalmente in base agli arrivi del mercato.

Noi abbiamo mangiato alla carta perchè volevamo provare i loro piatti storici ed eravamo molto sicure della scelta. Abbiamo quindi ordinato:

  • “Sottosopra”: tuberi, funghi, tartufo ed acini d’uva;
  • Paccheri alla “Vittorio”;
  • Risotto con castagne, pancia di maiale e riduzione di moscato di scanzo;
  • “Orecchia di elefante” alla milanese.

Fino a quel momento non avevo mai visto una cotoletta così grande!!

Da Vittorio

Il fantastico pranzo Da Vittorio non si è concluso così! Arrivato il momento dei dessert ci sono stati offerti, oltre al pre-dessert, dei cannoncini alla crema riempiti al momento ed un assaggio dei loro panettoni. Da Vittorio, infatti, vanta all’interno della struttura un laboratorio dove vengono realizzati prodotti di pasticceria che rivende sul suo shop online, oltre ad offrirli presso il ristorante.

Dalla carta dei dessert di Da Vittorio abbiamo ordinato:

  • “Ci pensi tu?”, un dolce attraverso il quale il cliente stesso si immedesima nell’arte di pollock. E’ proprio il cliente, infatti, che si cimenta nella realizzazione del dessert al tavolo, supportato da una delle figure di sala più storiche di Da Vittorio. Mia sorella, superate le prime difficoltà (non riusciva a rompere una sfera di cioccolato), si è divertita molto nella realizzazione, creando un’opera d’arte!
  • “Piccole dolcezze”, ovvero un mix di cioccolatini e di gelée alla frutta serviti su un albero di zucchero filato.

Da Vittorio

Un pranzo, quello Da Vittorio, che mi ha lasciata pienamente soddisfatta sia dal punto di vista della cucina che della sala. Inserisco questo ristorante nella lista dei posti in cui tornare nella vita! Altrettanto suggestiva deve essere la cena, questo perché tutta la location esterna viene illuminata, tanto che gli abitanti del paese molto spesso si fermano ad ammirarla da fuori.

Dove

Via Cantalupa 17, Brusaporto.

 

Quando

  • Lunedì 12.30-14.30/19.30-22.30
  • Martedì 12.30-14.30/19.30-22.30
  • Mercoledì 19.30-22.30
  • Giovedì 12.30-14.30/19.30-22.30
  • Venerdì 12.30-14.30/19.30-22.30
  • Sabato 12.30-14.30/19.30-22.30
  • Domenica 12.30-14.30/19.30-22.30

Prezzo medio

€ € € € € 

 

 

 

Colazione da LùBar: la prima tappa di "Gourmet Workout"
Gelato Fatto Con Amore per affrontare il primo caldo milanese