Chiffon cake super vitaminica

Morbida, soffice ed altissima…è la Chiffon cake!! La sua consistenza ed il suo gusto sapranno farvi iniziare la giornata con una marcia in più.

Una torta perfetta per la colazione…

La Chiffon cake è una torta di origine americana, conosciuta da tutti per essere molto alta. Fondamentale in questo caso è l’uso della tortiera giusta per questo tipo di torte. Io ne ho una da 25 cm ed è fin troppo grande, per le dosi che vi andrò ad indicare è perfetta una tortiera da 21 cm. In questo modo la vostra Chiffon resterà molto alta (con uno stampo più grande aumentate le dosi, mantenendo le proporzioni tra gli ingredienti). Nella versione che vi propongo l’ho aromatizzata all’arancia, sfruttando la stagionalità di questo frutto, ma potete aggiungere l’ingrediente che più preferite (limone, caffè, vaniglia…) o lasciarla nature.
Con lo stesso stampo potrete cimentarvi anche nella realizzazione della Angel cake che a differenza della Chiffon cake è fatta con l’utilizzo di soli albumi (senza tuorli).

…e non solo!!

La Chiffon cake è una torta molto versatile che si presta ad essere farcita e decorata. Oltre che per la colazione, un’altra idea può essere quella di utilizzarla come base (al posto del famoso pan di spagna) per realizzare una torta per un’occasione speciale!

 

Ingredienti per uno stampo da 21/25 cm:

  • 300 gr di farina 00
  • 250 gr di zucchero (io ho usato zucchero di canna)
  • 200 ml di succo d’arancia
  • 100 ml di olio di semi
  • la scorza di un’arancia grattugiata (attenti a non prendere la parte bianca sotto la buccia!!)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • un cucchiaino di sale
  • 3 tuorli
  • 5 albumi

Procedimento:

  1. Scaldare il forno a 160°
  2. Unire la farina setacciata con 200 gr di zucchero, il lievito ed il sale in una ciotola.
  3. Montare in planetaria i tuorli con il restante zucchero, fino ad amalgamarli bene.
  4. Pulite la planetaria ed ora fate montare gli albumi con il cremor tartaro (devono diventare ben fermi)
  5. Aggiungere i tuorli, montati con lo zucchero, nella ciotola degli ingredienti secchi (farina, lievito, altro zucchero), poi aggiungere l’olio di semi, il succo d’arancia e la scorza d’arancia ed amalgamare bene.
  6. Infine aggiungere gli albumi montati a neve, incorporandoli al resto del composto mischiando delicatamente con l’utilizzo di una spatola dall’alto verso il basso. Attenzione a non far smontare gli albumi!

Il cremor tartaro:

Il cremor tartaro è un agente lievitante naturale, estratto dall’uva. Viene utilizzato nella preparazione dei dolci perché ha un potere lievitante, conferendo ad essi leggerezza e morbidezza.

Il gioco è fatto! Che ne pensate? vi piace? Scrivetemi o lasciate un commento se volete qualche nuova ricetta 😉

Hot Cross Buns: la mia Pasqua di ritorno da Londra
Tre consistenze di topinambour: in crema, al forno e in chips